Dal sacco grigio a quello Blu

news_ambiente_immagine_203Via il sacco grigio, arriva il sacco blu. Dall’11 gennaio il secco indifferenziato sarà raccolto in sacchi blu dotati di microchip, con cui verrà misurato il rifiuto prodotto da ogni singola utenza. La novità, introdotta dal comune in collaborazione con Gelsia Ambiente, porterà, in futuro, ad applicare una tariffa secondo il principio “meno inquini, meno paghi”. L’obiettivo è quello di incrementare la raccolta differenziata, per maggior rispetto dell’ambiente e anche un maggiore risparmio. Tra qualche giorno inizierà la campagna informativa sulla novità del sacco blu: a tutti i cittadini sarà recapitata una lettera che spiegherà cosa cambia e come. Tra fine novembre e inizio gennaio si terranno anche alcuni incontri pubblici, saranno installati dei punti informativi “mobili” e verranno affissi manifesti e locandine. L’iniziativa, che è già stata introdotta in altre città brianzole, è stata presentata in comune in una conferenza stampa a cui hanno partecipato il sindaco Roberto Corti (a destra nella foto qui sopra), l’assessore all’Igiene Urbana Stefano Guidotti (a sinistra) e il presidente di Gelsia Ambiente Massimo Borgato (al centro della foto).

«Ci siamo presi l’impegno di migliorare la gestione della raccolta rifiuti e lo stiamo facendo — ha detto il sindaco Corti —. Il beneficio sarà per tutti. Questo è un passaggio importante. L’obiettivo è quello di arrivare all’80% della differenziata. Per ora Desio è al 63%. Ci aspettiamo, nel giro di poco tempo, un aumento del 10%».

«I cittadini sono chiamati a responsabilizzarsi — ha aggiunto l’assessore Guidotti —. Con questo nuovo strumento incoraggiamo i desiani ad avere un comportamento sempre piú virtuoso. In futuro, chi differenzierà meno, pagherà di piú».

«La misurazione dei rifiuiti tramite il sistema RFiD — ha detto il presidente di Gelsia Ambiente, Massimo Borgato — rappresenta un esempio concreto di innovazione tecnologica a servizio dei rifiuti. Nei comuni in cui è stata applicata, abbiamo riscontrato ottimi risultati. L’indifferenziato si è dimezzato in poco tempo, mentre la raccolta differenziata è salita all’80%».

Al posto del sacco grigio, dunque, per ciascun utente ci saranno dei sacchi blu con un codice univoco personale che sarà assegnato al momento della consegna. Nelle giornate del ritiro, il sacco, che verrà regolarmente esposto in strada, sarà caricato dagli operatori sui mezzi dotati di un sistema di registrazione (reader), in grado di rilevare il codice e trasferire i dati ad un software centrale, che elabora la quantità di rifiiuto effettivamente prodotta da ogni cittadino.

(articolo tratto dal Cittadino di Monza e Brianza, foto tratta dal sito web di Gelsia)

 

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Tumblr0Pin on Pinterest0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *