Scovati altri evasori: il Comune abbassa la TARI

foto-bidoni-raccolta-differenziataCirca ottantamila metri quadri “fantasma”. Che i contribuenti non dichiaravano, per furbizia o per errore. Tanti ne ha scovati il Comune di Desio, nell’ambito della sua azione di contrasto all’evasione tributaria. Che permetterà quindi di incassare circa 150 mila euro in piú, ogni anno, e di conseguenza di abbassare l’importo della tassa rifiuti (in media del 6%). A partire dal 2013, la ristrutturazione dell’Ufficio Tributi del Comune di Desio ha portato a una riorganizzazione tale da consentire di effettuare controlli efficaci, incrociando dati che hanno permesso di individuare e mettere in regola metrature di varie utenze. Tale operazione ha consentito di passare dai 2.316.594 mq tassati nel 2014, ai 2.394.627 mq tassati nel 2016, generando un aumento del 3,4% dei mq tassati e, conseguentemente, una diminuzione della tassa rifiuti. Nel 2016 l’aumento dei mq tassati porterà a una riduzione delle tariffe Tari, mediamente del 6%: dai 4 euro ai 19 euro circa, ciò significa ad esempio che per un appartamento di circa 80 mq, in cui risiede un nucleo familiare composto da tre persone, nel 2015 si pagava 157 euro, mentre nel 2016 si pagheranno 148 euro. Allo stesso tempo, per una abitazione di 130 mq in cui vivono sei persone, nel 2015 si pagavano 308,3 euro, contro i 289,7 euro previsti nel 2016.

Piccoli passi che vanno, però, in direzione di un crescente contrasto all’evasione e di una maggiore efficienza dell’Ente. L’impegno costante e il lavoro svolto da questa Amministrazione per la lotta all’evasione tributaria si è rivelato una scelta vincente, in quanto si stanno conseguendo risultati incoraggianti. In tempi di minori trasferimenti agli enti locali da parte del Governo centrale, la lotta all’evasione diventa un fattore strategico per le casse comunali e l’obiettivo del sindaco Roberto Corti è quello di far comprendere anche ai cittadini l’importanza di essere in linea con i pagamenti, cosí da evitare sia contenziosi, sia interessi di mora. «Questa Amministrazione continuerà a impegnarsi su tale strada anche nel futuro — affermano il sindaco Corti e l’assessore al Bilancio e Tributi Jennifer Moro — anche e soprattutto perché la lotta all’evasione tributaria è l’elemento che ha contribuito maggiormente a tenere in ordine il bilancio comunale nonostante i tagli dei trasferimenti imposti ai Comuni in questi anni e la decisione di non utilizzare gli oneri di urbanizzazione per le spese vive del Comune sprecati in abbondanza dalle amministrazioni precedenti».

(articolo di Alessandro Crisafulli da Il Giorno)

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on Tumblr0Pin on Pinterest0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *